Apparato Digerente

gruppo2-2

Malattie dell'apparato digerente

La funzione digestiva è la seconda funzione fondamentale per vivere

L’apparato digerente è composto da vari organi che sono parti di  un’apparecchiatura complessa e perfetta (bocca, esofago, stomaco, intestino, fegato e pancreas).
I suoi compiti sono digestione, assorbimento degli alimenti, eliminazione delle sostanze nocive, e al tempo stesso mantenere la figura agile e snella.
I processi legati all’alimentazione ed alla digestione mettono in moto l’apparato digerente, che esce dallo stato di quiete per poi tornarvi non appena terminato il lavoro. La mente influenza le funzioni digestive. Se nel benessere psicologico agevola il funzionamento digestivo, nello stress o in preda ad emozioni negative (es. ansia, rabbia) ostacola la digestione e a lungo andare causa malattie, come gastrite, colite, disfunzioni epatiche e altre ancora.
L’alimentazione è l’altro elemento fondamentale per cui è importante fare attenzione a cosa si mangia, anche perché alcuni alimenti considerati “buoni” nascondono qualche insidia: i cereali tendono a far aumentare di peso e a favorire le malattie metaboliche; latte e formaggi rovinano le condizioni dell’intestino e della pelle, le carni sono piuttosto tossiche e gli zuccheri abbassano le difese immunitarie.

Le malattie dell’apparato digerente e del metabolismo

Anche nelle malattie che riguardano la funzione digestiva e meta-bolica, la micoterapia è molto efficace, nell’eliminare i sintomi e le cause. Le malattie più comuni sono quelle del colon (stitichezza) e quelle metaboliche (sovrappeso, ipercolesterolemia e diabete).

1. Malattie del cavo orale

Sono le malattie della bocca e dei denti. Una delle cause principali è la placca dentale, che è costituita da batteri, principalmente lo Streptococco mutans e altri che si nutrono di zucccheri semplici e che producono sostanze acide. Questa acidità corrode il dente e provoca carie, ma irrita anche tutti i tessuti con cui entra in contatto causando anche infiammazioni, gengiviti, ascessi e piorrea.

2. Malattie dello stomaco

Nello stomaco la causa principale di patologia è lo stress, che si scarica proprio a livello di quest’organo generando vari danni. Hericium è la base di tutte le cure dello stomaco. Infatti, ricrea il muco che riveste lo stomaco e lo protegge dall’acidità. Inoltre, aiuta le cellule rovinate dalla gastrite cronica a rigenerarsi.

3. Malattie dell’intestino tenue

L’intestino può essere il nostro punto di forza, perché rifornisce di nutrimento e di energia l’organismo, che così è fiorente e ricco di benessere. Ma nel 90% dei casi è il punto debole, perché se non viene rispettato, diventa una discarica di impurità, che si accumu- lano e si diffondono nel sangue causando varie malattie.

4. Malattie del colon e del retto

Questa parte dell’intestino è esposta a malattie a causa della stiti- chezza, ossia della eccessiva permanenza delle felici e delle tossine nel tratto finale.

5. Le principali malattie metaboliche

Le principali malattie metaboliche sono quattro: sovrappeso, co- lesterolo elevato, sindrome metabolica e diabete. Tutte sono acco- munate dall’elevato rischio cardiovascolare.

I Funghi Medicinali nella cura delle malattie dell’apparato digerente e del metabolismo

Tutti i Funghi Curativi, a eccezione di Polyporus, sono dotati, in maniera più o meno spiccata, del 2° potere, con cui sostengono la funzione digestiva (stomaco, intestino tenue, colon) e metabolica (fegato e pancreas). I più dotati, sono Hericium, Shiitake, Maitake, Auricularia, Reishi e Cordyceps per le funzioni digestive, e Coprinus, Pleurotus e Agaricus per le funzioni metaboliche.

Lo dimostra il fatto che l’assunzione singola di uno di questi funghi, fatta anche per altri motivi, favorisce comunque la funzione digestiva, la seconda funzione essenziale alla sopravvivenza.

Hericium è di aiuto nella prevenzione quando lo stomaco, sebbene non dia disturbi, attraversa fasi negative, in cui la digestione è in graduale peggioramento. Inoltre, è molto efficace nella cura della gastrite anche se assunto singolarmente. Rafforza la funzionalità gastrica e rigenera le cellule che per usura si rovinano. Protegge anche dagli stimoli psichici negativi che mettono sotto stress lo stomaco.

Auricularia, Maitake e Shiitake sono molto utili nella prevenzione e nella cura delle malattie dell’intestino, a partire da quelle caratterizzate da stitichezza, gonfiore e diarrea.

Reishi è utile nelle infiammazioni di bocca, stomaco e intestino, e anche nella stitichezza, mentre Cordyceps costituisce un ottimo aiuto nel contrastare rigurgito gastro-esofageo e diverticoli.

Maitake, Coprinus, Pleurotus e Agaricus sono molto importanti nella prevenzione e nella cura delle malattie metaboliche.

Kit Micoterapia
Per curare le malattie legate all’Apparato digerente

1. “Ossa, Denti e Gengive”: Shiitake (causa) e Reishi (sintomi) con eventuale aggiunta di Cordyceps (sintomi).

Questa coppia di funghi protegge i denti, le gengive e rafforza l’immunità orale. Shiitake ha dimostrato di essere in grado di contrastare efficacemente la placca dentale, la causa numero uno di quasi tutte le malattie della bocca. Reishi è utilissimo anche grazie all’azione antinfiammatoria cortison-like. Shiitake, Reishi e Cordyceps aumentano le IgA (immuno-globuline A) della bocca, gli anticorpi disposti sulla superficie della mucosa, preposti alla sua difesa dai germi ostili. Inoltre riequilibrano la flora batterica locale che, quando si altera, contribuisce a causare malattie infettive. Sono utili in caso di gengiviti, ascessi e della temibile piorrea, ma anche in caso di mal di gola, tonsilliti e simili malattie.

Inoltre Shiitake, Reishi e Cordyceps rafforzano l’osso, perché stimolano la sintesi ossea. Sono utile in tutti i casi di fragilità ossea. In odontoiatria, favoriscono il successo dell’impianto dentale, perché rendendo l’osso mascellare più compatto permettono una migliore tenuta degli impianti sottoposto ai carichi biomeccanici della masticazione. Ma altrettanta utilità in tutti i casi di sostegno all’osso, come ad esempio nell’artrite, nell’osteoporosi e nelle fratture.

2. “Brucia-grassi”: Maitake e Agaricus (causa e sintomi).

Maitake e Agaricus sono due ottimi bruciagrassi che permettono  (o agevolano) interessanti risultati nelle diete. Sciolgono i grassi accumulati e riducono l’appetito.

3. “Colesterolo”: Pleurotus e Auricularia (causa e sintomi).

Questi due funghi proteggono la salute delle arterie. Riducono la formazione di placche di nuove colesterolo e assottigliano quelle presenti.

Auricularia inoltre aiuta anche a combattere lo stress, che è una delle cause responsabili dell’infiammazione e della vulnerabilità della parete vascolare, che porta alla formazione della placca. Il colesterolo depositandosi protegge la parete da un’eventuale la rottura.

Pleurotus ha un’azione più mirata di contrasto al colesterolo. Riduce le varie tappe che riguardano la sua presenza anomala: l’assorbimento intestinale e l’accumulo nel fegato (steatosi epatica), che è quasi sempre connessa a valori di colesterolo elevati. Riduce il colesterolo LDL “cattivo” e aumenta quello “buono” HDL. Inoltre riduce l’accumulo di grassi nel fegato.

4. “Diabete”: Coprinus, Maitake, Agaricus e Cordyceps (causa e sintomi).

Coprinus, Maitake, Agaricus e Cordyceps sono utili nel ridurre la glicemia elevata e sostenere l’azione del pancreas e dell’insulina. Siccome il diabete riduce molto la possibilità di utilizzare il glucosio presente nel sangue riduce l’energia psico-fisica. Il Cordyceps è utile perché innalza l’energia disponibile, che nel diabetico è scadente per la sua difficoltà ad utilizzare lo zucchero, ma non solo. Infatti il suo impiego è fondamentale per fare un’ottima prevenzione nei confronti delle complicanze cardiocircolatorie e dell’ictus cerebrale, che sono molto frequenti.

Cerchi una soluzione su misura per la salute del tuo apparato digerente?

Esistono Kit Micoterapia studiati apposta per questo.